Skip to main content

Pasolini (Recensito da: Paolo Montanari)




E' in libreria un bel saggio.di Antonio.Tricomi scrittore e filosofo di GROTTAMMARE che  da molti anni si occupa delle problematiche letterarie e filosofiche italiane. Il saggio di Tricomi si intitola PASOLINI  Salerno editrice. 

Uno scrittore scomodo un intellettuale da emarginare per i poteri forti  perché Pasolini ha sempre avuto il coraggio di portare avanti le sue idee,contro il.sistema capitalistico, la televisione e l industria culturale. Si è tentato in questi anni di mitizzare a Destra e a Sinistra, utilizzando il poeta e intellettuale friulano,a secondo degli interessi partitici. Eppure Pasolini va smitizzato per comprendere anche le sue problematiche artistiche e religiose,vedi il Vangelo secondo Matteo. Tricomi ha scritto un saggio.intelligente,suddiviso in XII CAPITOLI seguendo l iter esistenziale di Pasolini. L importanza del dialetto nei versi di Casarsa.Il Friuli terra storia e mito.

 Il suo legame con Gramsci e poi dopo la burrascosa ma costruttiva parentesi bolognese  in contatto  con Roversi, l esperienza romana con i ragazzi di vita e la sua esperienza politica di militante comunista che lo porta  ad avere un linguaggio narrativo che pur riprendendo dal neorealismo ,acquista valori nuovi.Poi le controversie ideologiche  e furori e solitudini. Nascono le opere teatrali  le tragedie antiborghesi. Ma è soprattutto nel cinema che Pasolini regista autodidatta ,esprime  con l immagine raffinata e pungente il suo linguaggio. Gli anni Settanta  coincidono in Pasolini nella ricerca disperata del significato della  vita. Da qui la raffinata  trilogia della vita fino al decadimento finale con Salò o le 120 giornate di Sodoma.

di PAOLO MONTANARI


Dove Acquistare Il Saggio Di Antonio Tricomi

Amazon

IBS

Salerno Editrice


Antonio Tricomi

Si occupa da tempo di Pasolini, cui ha dedicato: Sull’opera mancata di Pasolini. Un autore irrisolto e il suo laboratorio (Roma 2005); Pasolini: gesto e maniera (Soveria Mannelli 2005); Scritti su Pasolini (Massa 2011). È uno dei curatori di Pasolini oggi. Fortuna internazionale e ricezione critica e Lo scrittore al tempo di Pasolini e oggi. Tra società delle lettere e solitudine (Venezia 2016 e 2018). Tra i suoi altri libri si ricordano almeno: La Repubblica delle Lettere. Generazioni, scrittori, società nell’Italia contemporanea (Macerata 2010), e Fotogrammi dal moderno. Glosse sul cinema e la letteratura (Torino 2015).

(Fonte: Salerno Editrice)


Comments

Popular posts from this blog

Come può nascere una poesia di Roberto Ciavarro

Vivere nella società di oggi è più semplice e al tempo stesso più complicato rispetto ai nostri antenati. Facciamo senza dubbio più cose durante la giornata. La tecnologia ha fatto grandi passi avanti. Abbiamo sempre meno tempo a disposizione per soddisfare i nostri molteplici bisogni. Ci si stanca in maniera diversa: prima il lavoro era più duro, in una società maggiormente a carattere agricolo, c’era più manualità. La natura insegnava e l’uomo amava la natura, era contento di amarla. Come poeta dialettale, in un mio sonetto dal titolo “La natura dell' Omo” traccio questo argomento iniziando con il dire che : “ L’Omo che era vissuto all’aria pura era più soddisfatto, più contento – concludendo che-… L’Omo che voleva ’n’artra vita ha spezzato per sempre quell’incanto…”. Un incanto, direi, dono della Creazione spezzato dall’uomo. Mentre scrivo rifletto per un attimo su questo particolare: l’uomo di oggi riesce ad esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni? Trova spazio

Messaggio Del Presidente Pelasgo 968

Care Lettrici / Cari Lettori, Siamo giunti all’Undicesima edizione del Concorso Letterario Città di Grottammare.Come negli anni passati, il Concorso si fregia del patrocinio della RegioneMarche, del Comune di Grottammare, della Fondazione Carisap, del Centro Nazionale di Studi Leopardiani e dell’Associazione Omphalos e vede quale Presidente onorario il poeta Franco Loi e quale Presidente della giuria tecnica il critico letterario e saggista Filippo La Porta. Di tutto questo noi dell’Associazione Pelasgo 968 ci sentiamo gratificati e ne siamo molto orgogliosi, tanto più ora che stiamo attraversando un momento particolare, difficile e complicato per tutti a causa della pandemia da Coronavirus. Con l’isolamento e il cambiamento radicale delle nostre abitudini, abbiamo apprezzato ancora di più l’importanza della “cultura” in tutte le sue espressioni e riscoperto i veri valori della vita nonché l’importanza delrapporto di amicizia e di solidarietà con gli altri. In questo contesto, l’Associ