Il Mondo Come Teatro Storia E Storie Nelle Narrazioni Di Ernesto Ferrero A Cura Di: Luciano Curreri Recensione Di Paolo Montanari




Ernesto Ferrero è diventato noto al grande pubblico con il romanzo "N"  Premio Strega 2000, che attraverso i dieci mesi dell'esilio di Napoleone esplora gli intrecci tra grande storia e piccole storie individuali. 

L'intera sua opera di narratore e saggista demistifica quel teatro di finzioni e inganni strumentali, lavorando sul confine tra generi e linguaggi diversi, si rifà al magistero di Calvino, Primo Levi e Sciascia. 

Ferrero ha esplorato il rapporto tra il volto e la maschera, l'arte e la vita, l'individuo e la massa,attraverso i casi estremi di uomini eccessivi, il mostruoso Gilles de Rais-Barbablù e Francesco d'Assisi, in un Medioevo allucinato, Napoleone, Salgari. 

Luciano Currieri ricostruisce questo percorso originale, trascrivendolo nel più ampio quadro della cultura contemporanea.

Comments